INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

Brucia Pescara, Masci: “Domenica da incubo”

Parla il primo cittadino: "Una giornata da incubo, la pineta ha subito danni incalcolabili; qualche pensiero ce l'ho su questo incendio che si è sviluppato in più punti nello stesso momento, ma qui lascio il campo a chi deve indagare".

“Ieri Pescara ha vissuto una giornata da incubo. Il fuoco ha colpito il cuore della nostra città, la pineta dannunziana, arrivando fin sulla spiaggia e sulla collina di San Silvestro, sfiorando pericolosamente le case di villaggio Alcyone e di via Pantini“. A tratteggiare i contorni di una tragedia, vissuta in prima persona da primo cittadino, è il sindaco di Pescara Carlo Masci.

Ieri, così come riportato dall’Ansa, si sono susseguite scene drammatiche per un incendio che ha toccato la zona sud della città e in particolar modo la Pineta Dannunziana. Le fiamme spinte dal vento hanno fatto incendiare le palme degli stabilimenti balneari. Un disastro di proporzioni inimmaginabili.

“Solo dopo quattro ore i Vigili del Fuoco, – racconta il sindaco – con un canadair e due elicotteri, sono riusciti a domare quelle maledette fiamme incontenibili, spinte da un anomalo vento africano. Sono state quattro ore tragiche, con il fuoco che si spegneva e si riaccendeva a intermittenza, sembrava invincibile. Purtroppo la pineta ha subito danni incalcolabili. Ringrazio tutti coloro che oggi hanno dato l’anima per bloccare il fuoco, i pescaresi dal cuore grande sono scesi in strada con pompe, secchi e quello che avevano trovato per combattere questo mostro. Certo, qualche pensiero ce l’ho su questo incendio che si è sviluppato in più punti nello stesso momento, ma qui lascio il campo a chi deve indagare”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Coprifuoco, verso la revisione di metà maggio

Respinto l'ordine del giorno di Fratelli d'Italia. Il limite delle ore 22 andrà verso una ...
Redazione IMN

Coldiretti Abruzzo: è il vivaista Silvano Di Primio il nuovo Presidente regionale

Redazione IMN

‘Nec sine, nec contra’: le marsicane del calcio sono pronte a dar battaglia

Redazione IMN