INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS

Botti a Capodanno? Arriva il vademecum della Polizia di Stato

Botti di Capodanno sì, ma solo nell’ambito di protocolli autorizzati e di sicurezza. La raccomandazione arriva dalla Polizia di Stato che attraverso il proprio sito istituzionale ha lanciato un vero e proprio vademecun per usarli in modo corretto.
Ecco in sintesi i consigli:

– No ai bambini! Tutti i prodotti pirotecnici, compresi quelli di libera vendita che si possono acquistare anche nei supermercati, nelle cartolerie ed in esercizi non specializzati.
– No alle armi: sparare in luogo pubblico con fucili, pistole e, in taluni casi, anche con armi giocattolo, oltre a essere pericolosissimo e’ un reato punibile con l’arresto.
– Bancarelle a rischio: per acquistare prodotti pirotecnici rivolgersi sempre a commercianti autorizzati. Evitare bancarelle improvvisate, prive di licenza di commercio per i prodotti declassificati ad esempio, e diffidate di prodotti privi di un’etichetta che indichi, con gli estremi dell’autorizzazione del Ministero dell’Interno, (Nr. protocollo e data).
– Seguire sempre le istruzioni: leggere e seguire attentamente le istruzioni d’uso riportate sull’etichetta o i fogli illustrativi che accompagnano il prodotto. Anche le innocue “stelline”, se maneggiate senza le dovute attenzioni, possono causare lesioni gravi.
– Accensione: accendere un fuoco alla volta ed evitare che al momento dell’accensione ci siano altri fuochi vicini. Durante l’uso tenerli lontano da prodotti infiammabili (tende, divani, tappeti, alcool o benzina, sterpaglie secche, ecc.).
– Abiti: attenzione agli abiti che indossate quando usate un fuoco d’artificio. Mai mettere giacconi o maglioni di pile o fibra sintetica, e nemmeno indumenti acetati come tute sportive. Basta una scintilla per trasformare questi abiti in micidiali trappole.
– Solo all’aperto: accendeteli solo all’aperto, il piu’ possibile lontani dalle abitazioni. Razzi ed altri artifizi di qualsiasi natura non devono essere mai puntati verso le finestre o i balconi di costruzioni vicine e tanto meno in direzione di persone.

– Fissare a un sostegno: se possibile ed ove previsto dalle istruzioni per l’uso, fissare con cura il fuoco artificiale ad un sostegno prima della sua accensione, controllando che la traiettoria sia libera, ed allontanarsi subito dopo l’accensione per godersi a distanza lo spettacolo.
– Micce corte: le micce o gli inneschi dei fuochi pirotecnici sono piuttosto corti e/o abbastanza rapidi nella combustione, ma devono sempre lasciare il tempo all’utilizzatore di porsi a distana di sicurezza dopo l’accensione. Non in ogni caso di apparente mancato funzionamento, pero’, si deve pensare che la miccia o innesco si siano necessariamente spenti. Puo’ darsi, invece, che a causa di un difetto costruttivo del prodotto, la miccia abbia un funzionamento molto piu’ lungo del normale, inducendo ad avvicinarsi al fuoco proprio nel momento in cui esso si attiva.
– Mancato funzionamento: in tutti gli altri casi di malfunzionamento di un prodotto pirotecnico non toccatelo e non vi avvicinate. Potrebbe innescarsi anche a distanza di tempo e provocare gravi danni alla persona.
– Pirotecnici inesplosi: se vi trovate in prossimità di un pirotecnico inesploso, in strada oppure a casa, non toccatelo. Avvertite le forze di polizia, anche in forma anonima.
– Trasporto e fiamme libere: evitare di trasportare notevoli quantitativi di materiale pirotecnico in una normale autovettura. Non maneggiare mai fuochi in prossimita’ di fiamme libere (accendini, fiammiferi, sigarette), non collocarli ne’ utilizzarli vicino liquidi o contenitori di gas infiammabili.

– Segnalazioni in forma anonima: segnalare alle Forze di polizia eventuali vendite a minorenni o qualsiasi altra attivita’ che al momento puo’ sembrare illecita o pericolosa.
Per ulteriori approfondimenti, sul sito istituzionale www.poliziadistato.it presente una sezione dedicata ai fuochi d’artificio con gli articoli, le guide, i consigli, i video e le interviste agli esperti.
Sulle pagine Facebook dell’Agente Lisa e della Polizia di Stato, alcuni post invitano gli utenti a prestare particolare attenzione ai “botti” di fine anno, mentre sull’account Twitter della Polizia di Stato i consigli sull’uso corretto degli artifici pirotecnici sono pubblicati anche in inglese.
Infine su Instagram alcune foto mettono in guardia i cittadini dai rischi che possono derivare dall’uso sconsiderato di prodotti illegali.

Fonte: AGI

Foto di: Secolo d’Italia

Altre notizie che potrebbero interessarti

Avezzano, stipulato il contratto per i lavori in Via Corradini

Redazione IMN

Sisma 2009: Lolli riceve all’Aquila una delegazione dell’Autorità israeliana per le Emergenze

Redazione IMN

Viabilità, moto e strade interdette: tavolo tecnico in Provincia, fondi per riaprire quanto prima

Redazione IMN