INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS SLIDE TV

Blitz Nas: 220 mila mascherine prive di certificazione

Nas di Pescara: "Erano dichiarate 'dispositivi medici' ma in realtà erano irregolari"

I Carabinieri del NAS proseguono nelle attività tese a limitare la commercializzazione di dispositivi di protezione individuale dal Covid-19 non conformi alla normativa vigente.

I Carabinieri del NAS di Livorno, a seguito di un’attività ispettiva ad una farmacia in Provincia di Grosseto, hanno individuato una società con sede legale in Milano, responsabile dell’importazione e commercializzazione di 8000 mascherine di fabbricazione turca del valore di 40mila euro, prive di istruzione ed informazioni in lingua italiana.

Il NAS di Pescara, a seguito di analoga attività ispettiva in una farmacia ubicata nella provincia, ha invece accertato l’importazione dalla Cina e la commercializzazione in Italia di 220 mila mascherine, dichiarate “dispositivi medici” ma in realtà irregolari poiché prive di certificazione.

I responsabili sono stati tutti deferiti all’Autorità giudiziaria.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Le due facce dell’Eccellenza marsicana: 3 punti d’oro per il Capistrello, cade ancora il Paterno

Kristin Santucci

Univaq: 7 studenti positivi, si riunisce Unità di crisi

L’Ateneo aquilano ha deciso di mantenere la didattica in presenza. Rettore: "L’Ateneo si è attivato ...
Redazione IMN

Precipita dal quinto piano, ipotesi suicidio

Una donna di circa 60 anni è stata trovata senza vita questa mattina a L'Aquila, in una palazzina ...
Redazione IMN