INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

“Black Axe”, prima udienza del processo alla mafia nigeriana

18 gli imputati, l'accusa più grave è quella di associazione di stampo mafioso

L'Aquila: smantellata organizzazione mafia nigeriana

Si è celebrato ieri mattina innanzi al G.I.P. di L’Aquila, Dr. Baldovino De Sensi, la prima udienza del processo alla mafia nigeriana dislocata in oltre 80 paesi del mondo, c.d. “Black Axe”, a carico di 18 imputati, uno dei quali difeso di fiducia dall’Avv. Prof. Ludovici Carlotta, nell’ambito dell’operazione denominata “Hello Bross”, che ha portato all’arresto di numerosi cittadini di nazionalità nigeriana, con disposizione di 30 misure cautelari.

L’udienza è stata fissata a seguito delle richieste di giudizio abbreviato condizionato alla integrazione probatoria delle trascrizioni peritali delle intercettazioni telefoniche e alle perizie foniche proposto dalla difesa di alcuni imputati, nonché a seguito delle richieste di giudizio abbreviato semplice proposto dalla difesa di altri imputati, tutte avanzate successivamente alla notifica del decreto di giudizio immediato. Per tutti gli imputati la contestazione più grave è quella prevista dall’art. 416 bis c.p., ossia l’associazione di stampo mafioso, oltre ai reati -fine contestati a vario titolo, dalle truffe “romantiche” all’indebito utilizzo di carte clonate, dall’utilizzo di passaporti falsi alla detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, allo sfruttamento della prostituzione e ad altri reati. Si precisa che gli altri imputati coinvolti in questa complessa vicenda giudiziaria hanno optato per il rito dibattimentale.

L’udienza si è svolta nelle forme della video conferenza, poiché tutti gli imputati, eccetto uno che si trova a piede libero, sono detenuti presso le diverse case circondariali dislocate sul territorio nazionale, al fine di tutelare il diritto alla difesa dei medesimi.

In occasione della udienza de qua sono state sollevate diverse eccezioni preliminari relative alla nullità dei capi di imputazione, al difetto di notifica del decreto di citazione a giudizio immediato, alla inutilizzabilità delle dichiarazioni rese dal collaboratore di giustizia ed altre.

Pertanto, l’udienza è stata aggiornata a dicembre per la decisione sulle istanze di giudizio abbreviato, mentre il processo sarà trattato nel merito il prossimo anno.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Ladri in azione presso la sede del comitato regionale FCI

Il presidente della Federciclismo abruzzese Marrone: “Soltanto danni e tanta rabbia”
Redazione IMN

Elezioni Scurcola: De Simone-Mammarella in pole position

Dal tavolo dei confronti per i prossimi candidati alla guida del Comune scurcolano, emergerebbe un ...
Gioia Chiostri

Grano estero nella pasta delle mense pescaresi, Coldiretti chiede chiarezza

Redazione IMN