INFO MEDIA NEWS
EVENTI NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

Avezzano, “Richiesta d’Amicizia” per il Teatro Off

Amori dubbi e sorprese ai tempi dei social network nello spettacolo della stagione di prosa

L’amore ai tempi dei social network il tema principale che viene portato in scena nello spettacolo “Richieste d’Amicizia”, il secondo firmato Teatro Off che si terrà ad Avezzano il prossimo venerdì 13 dicembre al Castello Orsini.

L’ambiguità è tipica degli “innamoramenti via chat” proprio perché dietro uno schermo ognuno può indossare i panni di qualcun altro e trasformarsi in ciò che non è. Proprio questo aspetto a tratti bizzarro fa da sfondo allo spettacolo targato Teatro Off. L’attrice protagonista Margherita D’Onofrio ha infatti affermato che chi utilizza Facebook, il social per eccellenza, spesso si trova ad assistere ad un innamoramento che può riguardare un’idea, un sogno, proiettando parti di sé nelle caselle vuote dell’identità dell’altro. La relazione virtuale fa sì che vi sia una maggiore autenticità rispetto alla vita reale essendoci meno inibizioni.

Uno spettacolo attuale e moderno quello che ruota attorno ad Isabella, una donna dinamica, moderna e molto social che si ritrova a scambiarsi dei messaggi su Facebook con uno sconosciuto. Dapprima il contatto sembra essere molto superficiale, come spesso accade negli scambi attraverso i social, pian piano però le chat tra i due diventano sempre più assidue a tal punto da diventarne dipendenti.

I biglietti è possibile acquistarli presso il Punto Informativo in Corso della Libertà ad Avezzano oppure presso la Libreria Ubik. Per maggiori informazioni contattare il numero 366.6555303 o l’indirizzo email teatroffavezzano@gmail.com .

Altre notizie che potrebbero interessarti

Avezzano accende ‘le vere luci di Natale’: è festa anche per i bimbi di Amatrice

Redazione IMN

Frode nel commercio della carne ‘griffata’: sanzioni e segnalazioni dei Nas in Abruzzo

Redazione IMN

Accademia musicale Avezzano: tante novità per il nuovo anno

Sarà formato un coro di voci bianche con ragazzi dai 5 ai 14 anni
Redazione IMN