INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

Avezzano, ancora polemiche sui lavori di Piazza del Mercato

Scontro Di Bastiano-De Angelis. L'ex sindaco: "Variante in corso d’opera necessaria per migliorare progetto esecutivo"

Avezzano, ancora polemiche sui lavori di Piazza del Mercato

Tornano ad accendersi le polemiche attorno ai lavori di restyling di Piazza del Mercato. Ad accendere la miccia era stato il presidente del Centro Giuridico del Cittadino, Augusto Di Bastiano, in una nota in cui parlava del progetto approvato nel 2017 e che “disordinatamente continua oggi nel 2021”. Di Bastiano ha puntato il dito contro l’assessore Emilio Cipollone, presente sia nella giunta De Angelis (che ha dato il via al progetto) sia in quella attuale di Di Pangrazio.

“Tre mesi circa dalla nascita dell’amministrazione Di Pangrazio e l’assessore Cipollone nulla ha proposto alla città, – ha scritto Di Bastiano – di certo abbiamo un cantiere fermo, a mio avviso modifiche vanno fatte sentiti gli abitanti, i commercianti e studi professionali che gravitano sulla piazza, da qui si può partire per le variazioni progettuali (come indicato dal Sindaco)”.

Non si è fatta attendere la replica dell’ex sindaco Gabriele De Angelis, che ha ricordato a Di Bastiano che “nessun deliberato della precedente amministrazione è stato mai preso in modo confusionario. La variante in corso d’opera si è resa necessaria proprio per migliorare ulteriormente il progetto esecutivo approvato anche alla luce di sopraggiunte modifiche normative e di aspetti emersi solo in corso di esecuzione dei lavori”.

“Inoltre sempre Di Bastiano, forse distrattamente, – continua De Angelis – non considera alcuni eventi non secondari che hanno rallentato la riconsegna del cantiere: a seguito della consegna del cantiere lo stesso ha subito il primo stop di circa 6 mesi durante la gestione del Commissario prefettizio per valutare eventuali modifiche del progetto per salvare i platani presenti, questione che superata e procedendo al taglio degli stessi perché gli malati e andavano comunque rimossi per una espressa previsione di legge”.

“Il secondo stop, da marzo 2019, è stato disposto a causa dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. In merito alle altre confuse considerazioni contenute nella lettera del di Bastiano, posso solo dire che, in corso di esecuzione sono state apportate modifiche rispetto all’impianto originario di progetto per risolvere questioni emerse in cantiere, cosa che avviene normalmente tutte le volte che realizza un progetto, sopratutto così innovativo, di tale rilevanza e così di impatto. Per il resto mi pare che via Cataldi non abbia subìto alcun restringimento; che i parcheggi siano tutti fruibili addirittura anche adesso che il cantiere è ancora in esecuzione; che, come appreso dagli organi di stampa, ci siano stati numerosi incontri e riunioni da parte dei tecnici comunali e degli amministratori, ultimo a fine anno, per verificare come poter eventualmente modificare la copertura per la piazza, al fine di avere minore spesa futura per manutenzione, scelta che, ricordo e sottolineo, non implica nulla in termini di fattibilità progettuale, ma che è rimessa esclusivamente alle decisioni dell’amministrazione in carica per poter finalmente portare a compimento l’opera è che spero vengano prese in tempi brevi. Per quanto mi riguarda, spero che l’opera venga completata al più presto, così che la Città possa finalmente riprendere possesso e godere di questo spazio centrale, rinnovato riqualificato ed innovativo”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

I sorrisi ritrovati di Montereale: oggi l’inaugurazione del servizio psicologico a sostegno della popolazione terremotata

Redazione IMN

Covid, Guardia di Finanza contro i nuovi fenomeni criminali

L'impegno dei finanzieri a 360 gradi in Regione. Lotta all'usura e al riciclaggio anche in ...
Redazione IMN

Passerotti: “Rinnovare la gestione del CAM”

Il commissario prefettizio annuncia un bando di candidatura ai membri del Consiglio di gestione del ...
Redazione IMN