INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

Autostrade, Carnicelli smentisce riapertura svincolo Tornimparte (AGGIORNAMENTO)

La rampa era chiusura per i lavori di messa in sicurezza del viadotto S. Onofrio

Sarà riaperta la rampa di entrata dello svincolo autostradale di Tornimparte in direzione Roma. Ad annunciarlo è Strada dei Parchi, la quale informa che l’ottimizzazione della messa in sicurezza antisismica del viadotto Sant’Onofrio ha consentito di ridurre di circa due settimane la chiusura della rampa di accesso alla A24 in direzione della Capitale. La riapertura sarà disposta dal 30 maggio al 9 giugno.

Resta ancora chiusa, invece, la rampa di uscita dall’autostrada.

Sulla vicenda è intervenuto il sindaco di Tornimparte Giacomo Carnicelli che ha smentito la notizia della riapertura del casello autostradale: «Contrariamente a quanto segnalato sul sito di Strada dei Parchi, questa mattina, gli sfortunati utenti che hanno provato ad accedere in autostrada in direzione Roma hanno trovato la rampa chiusa. Nessuna comunicazione messa fuori dal casello. Nessun addetto a segnalare questo ulteriore disagio. Una volta entrati in autostrada hanno dovuto necessariamente recarsi a L’Aquila Ovest, uscire e rientrare in direzione Roma, aggiungendo al disagio (tempo e km in più) anche il pedaggio tra Tornimparte e L’Aquila».
«Abbiamo più volte sollecitato, inutilmente, Strada dei Parchi a predisporre un’adeguata segnaletica già dalla zona di Sassa Scalo per avvertire gli utenti della chiusura della rampa di accesso in direzione Roma», aggiunge il primo cittadino, «ora a questa grave mancanza si aggiungono comunicazioni inefficaci o, peggio ancora, lesive dei diritti degli utenti. Una situazione francamente insopportabile».

Altre notizie che potrebbero interessarti

‘El dì de la festa, la sagra che non c’era’, e gli arrosticini volano a Milano

Alice Pagliaroli

A Luco dei Marsi si insedia il nuovo Consiglio dei Ragazzi, eletti sindaco e giunta

Redazione IMN

Giovane avezzanese finisce ai domiciliari per furto

Redazione IMN