INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

Autismo, progetto Alé per formare “supereroi”

Il corso formativo è organizzato da Comune Avezzano, Comunità montana, Asl e Potenziamo

Cercasi “supereroi”, è la campagna lanciata dall’associazione “Potenziamo” per promuovere un progetto sull’autismo dal nome evocativo Alé, che inizia dalla formazione di insegnanti, educatori, assistenti, psicologi, genitori, logopedisti.

L’iniziativa in campo sociale finanziata dal Comune di Avezzano e dalla Comunità montana montagna marsicana ha l’obiettivo ambizioso di aiutare i bambini che rientrano nello spettro autistico e le loro famiglie fornendo strategie e strumenti efficaci per identificare velocemente i disturbi dello spettro e poi collaborare, intervenire, gestire, essere di aiuto nello sviluppo delle abilità sia a casa che a scuola. Il fenomeno, infatti, sta assumendo una portata sempre più vasta e riguarda circa un bimbo su sessanta.

“Per questo”, spiega Domenico Di Berardino, vice sindaco con delega al sociale, “la presenza di figure formate e competenti può fare la differenza in termini di miglioramento della qualità della vita e denota il tasso di civiltà di un territorio”. I dettagli del progetto saranno illustrati martedì 7 settembre, alle 12, nella conferenza stampa che si terrà nella sala consiliare del comune di Avezzano: interverranno Di Berardino, il Commissario straordinario della Comunità montana, Gianluca De Angelis, la direttrice di Neuropsichiatria infantile della Asl 1, Maria Pia Legge, la dirigente del settore sociale del Comune, Maria Laura Ottavi e la Presidente dell’associazione “Potenziamo”, Anna Maria Anselmi.

Per informazioni: progetto.ale@libero.it; Telefono 366/8919591

Altre notizie che potrebbero interessarti

Demolizione palazzo Provincia dell’Aquila

Le modifiche viabilità saranno in vigore da oggi, 18 maggio, fino a giovedì 21 maggio
Redazione IMN

Il PD al fianco di Babbo: si punta sul patto

Oggi conferenza stampa alla presenza di D'Alfonso e Pezzopane.
Redazione IMN

Ritrovato il giovane Fabrizio Piccone a Roma: da ieri si erano perse le sue tracce

Gioia Chiostri