INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

Aumento contagi, “ristoranti presi d’assalto a pranzo”

Viecca (Ospedale Sacco di Milano): "Maggiore contagiosità variante inglese regge fino a un certo punto"

La strage nelle RSA: più di un terzo muore per Covid-19

In un mese tasso di positività al Covid più che raddoppiato all’Ospedale Sacco di Milano. I pazienti positivi al virus sono passati dal 3,9% del 13 gennaio all’8,5% del 15 febbraio. “Dopo un periodo tranquillo, abbiamo dovuto ripristinare i letti Covid che avevamo iniziato a utilizzare per pazienti con patologie diverse anche se la situazione è ancora sotto controllo”, ha dichiarato all’AGI il primario Maurizio Viecca, direttore del reparto di Cardiologia impegnato da un anno sul fronte del virus.

Viecca non punta il dito contro il boom delle varianti ma “il contagio – ha spiegato – è aumentato in modo fisiologico, com’era molto prevedibile, per la riapertura delle scuole, il conseguente nuovo affollamento dei mezzi pubblici e i ristoranti presi d’assalto a pranzo”.

“A questo punto – ha proseguito – tanto valeva aprirli anche a cena che così la clientela si ‘diluisce’ senza concentrarsi solo in determinati orari. Così come non ha senso per esempio che le pasticcerie debbano chiudere alle 18 invece che alle 19 e 30, come se in quell’ora e mezzo cambiasse qualcosa”.

Poi un affondo sui controlli per il rispetto delle normative anti contagio: “Ci si appella al buon senso delle persone ma non basta se non ci sono controlli e sanzioni. Soprattutto gli anziani girano senza mascherina o, nella migliore delle ipotesi, ce l’hanno sul naso”.

Sulla maggiore contagiosità della variante inglese il primario ha aggiunto: “Non c’è certezza che quella inglese sia più letale e, in ogni caso, il discorso della maggiore contagiosità regge fino a un certo punto perché se le persone usano in modo corretto le mascherine e tengono le distanze la variante non fa più danni della prima versione del virus”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

L’assessore Giovagnorio torna a casa, positivo dal 14 novembre

Finalmente è tornato a casa, dopo il ricovero in ospedale, a L'Aquila, avvenuto a novembre. ...
Redazione IMN

Polizia: il questore Liguori da Matera a Pescara

Il Viminale ha designato Luigi Liguori, 59 anni, come Questore di Pescara, dopo che Francesco ...
Redazione IMN

Immigrazione, Di Pangrazio: “Fuori chi delinque”

Il candidato sindaco: "Accoglienza e integrazione per chi lavora onestamente”
Redazione IMN