INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

Assembramento sui bus Tua, la denuncia di una madre

"Siamo sul piede di guerra. Se solo un ragazzo risulterà positivo al virus, noi tutti faremo causa alla società di traporto"

“Siamo pronti a fare causa alla Tua se non saremo ascoltati” la denuncia arriva dai genitori degli alunni della Marsica, abbonati Tua.

Ieri, nella giornata di riapertura delle scuole, gli autobus che da Avezzano si dirigono verso i Comuni della Marsica, sono stati letteralmente presi d’assalto dagli alunni. Sui mezzi si trovavano oltre il numero consentito dei passeggeri. Distanze interpersonali azzerate e nessun controllo sull’utilizzo delle mascherine.

“Fino a 20 giorni fa lasciavano a piedi i lavoratori perchè il pullman non poteva superare una certa capienza, oggi l’autobus è pieno di alunni”, questa la denuncia di una mamma alla nostra redazione.

La signora ci spiega che qualche settimana fa aveva contattato la dirigenza della Tua, proprio per avere certezze sul fatto che il trasporto sui mezzi pubblici si sarebbe svolto nel pieno rispetto delle disposizioni anti contagio. “La risposta fu che avrebbero inserito altre corse per evitare il sovraffollamento”.

“Siamo sul piede di guerra. Se solo un ragazzo, utente della Tua, risulterà positivo al virus, noi tutti faremo causa alla società di traporto.

Intanto, se il problema non sarà risolto non intendiamo acquistare nuovi abbonamenti”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Caruscino, nuove inaugurazioni: «Realizzazioni fondamentali»

Redazione IMN

Nuovo presidente per il CNSAS Abruzzo: è stato eletto Daniele Perilli

Redazione IMN

Mattarella nella Marsica: «Esigenza di unità e percorso comune»

Il Presidente della Repubblica ha sottolineato l'importanza delle aree interne richiamando ...
Redazione IMN