INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS

‘Archeologie van de communicatie’, il Castello Orsini apre agli artisti di mezzo mondo

Archeologie van de communicatie, vale a dire, archeologia della comunicazione. Una forma d’arte concettuale che si erige sulla tecnica astratto-figurativa quale mezzo per lo scambio linguistico. Avezzano apre le porte ai grandi maestri internazionali, le cui opere abbracciano le linee guida dei diktat dell’arte visiva e raccontano l’importanza dei segni: unico vero elemento necessario al dialogo.

 

La collettiva itinerante, che invita ad un appassionante viaggio nella comunicazione attraverso pittura, scultura ed installazioni, fotografia e digital art, sarà dunque declinata dall’estro di artisti di chiara fama provenienti da ben 18 Paesi del mondo. La mostra itinerante, omaggio all’artista Ghislain Mayaud, sarà ospitata al castello Orsini dal 9 al 31 ottobre. L’evento, patrocinato dal Comune di Avezzano, è a cura di Olena Davydovych, con la collaborazione del professor Stefano Colonna, della olandese Art Galerie Davydovych, della dottoressa Stefania Maggiulli Alfieri e del professor Mauro Rea. Il vernissage ha preso il via la scorsa domenica 9 ottobre, alle 18, nel castello Orsini ad Avezzano. Nella collettiva saranno esposte le opere degli artisti:

 

Pittura – Abousada Shadi; Azad Ara; Alviani Lino; Ariatta Bernardo; Balea Maria; Barone Nino; Basile Francesco; Basili Giuseppe Rinaldo; Berghuis Hans; Bhaskar Hande; Bordin Marilena; Brafa Aldo; Catalini Stefano; Catucci Angela; Celi Alfredo; Chiappa Tommaso; Colantoni Domenico; Darmiento Michele; De Santis Scipioni Fabio; De Luca Nino; De Vecchis Dino; Dierckx China; Fazzini Claudio; Ferro Davide; Franceschelli Cinzia; Hanseen Ivan; Hollander Ruud; Ilyuchyk – Bertino Elena; Israilov Aflatun; Kaine William; Larionova Olga; Lopez Ricardo; Lopez Freddy; Lukoseviciute Laima; Maggiulli Alfieri Stefania; Mazzini Manuela; Negroni Giandomenico; Pacifico Maya; Palladino Ciro; Pavella Coppola; Petra Poolen; Petrone Andrea; Pfalzgraf Heidrun; Rashid Ali; Rea Mauro; Ripani Albino; Rohde Y ette; Santoli Leonardo; Santra Bibek; Serafini Leonardo; Seralio Isabella; Sistili Paolo; Toraldo Francesco; Viora Emiliano; Zazzeroni Gianfranco; Weidig Odile.

Scultura ed installazioni – Abbondi Carla; Bartolacci Sandro; D’Aquino Antonio; Donati Anna; Marrocco Franco; Pecci Raffaele; Sihua Qian; Tersigni Mauro; Vinyslim Sigis; Zanini Andrea: Zhao Lì; Yun Xie.

Fotografia e digital art – Abdullah AL – Othman; Angelosante Rodolfo; Bernardini Lisa; Deyaa Yousef; Miola Alessandro; Muller Mariella; Pardoel Gitta; Patriarca Mario; Tarnavska Olena; Wenjun Fu.

 

 

Un evento culturale di indiscusso interesse che omaggia la carriera di un artista poliedrico  come Ghislain Mayaud. Il Castello Orsini si fa promotore, quindi, della diffusione della conoscenza artistica, intesa come mezzo comunicativo, colorandosi di culture e linguaggi differenti, uniti dal fine ultimo del ritorno alle origini della comunicazione.

Altre notizie che potrebbero interessarti

I 5 civici della Coalizione di De Angelis si riuniscono insieme: verrà presentato un documento ufficiale al sindaco

Gioia Chiostri

Domani la Giornata Nazionale del Paesaggio del Mibac: ad Avezzano si festeggia con una mostra fotografica unica

Redazione IMN

Sopralluogo di D’Alfonso alla diga foranea di Pescara, «Un cantiere da 3,5 milioni di euro»

Alice Pagliaroli