INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS

Aielli, tornano a splendere gli antichi fontanili, il sindaco sui social: «Ora avanti con la prossima fonte»

Splende di nuova luce il Borgo autentico di Aielli. Sono giunti al termine, infatti, dopo faticose operazioni di pulizia, nonché dopo numerosi intoppi burocratici, i lavori all’antico fontanile, sito alle porte della cittadina, e noto agli aiellesi come ‘Lo Sciacquaturo’. L’iniziativa di riportare l’antica fonte allo splendore è stata partorita, dall’amministrazione guidata da Enzo Di Natale, con l’obiettivo di «rigenerare tutti quegli spazi pubblici da troppo tempo abbandonati», come dichiara il sindaco sulla propria pagina Facebook.

«Uno dei primi obiettivi dell’amministrazione è stato quello di restaurare e rimettere in piena funzione i nostri bellissimi fontanili, con particolare attenzione a quelli che segnano gli ingressi del paese. Lo Sciacquaturo diventò, per posizione ed imponenza , il primo della lista».

20933913_2362722707286291_5763636218896812956_oCosì adesso Aielli torna a prendere vero possesso della sua autentica fonte, che versava, ormai da diverso tempo «in una situazione di completo abbandono», continua il sindaco. «Lo Sciacquaturo è stato ripulito, anche e soprattutto dai graffiti e dai murales che ne avevano imbrattato l’effigie. Inoltre sull’area circostante ad esso è stato piantato il prato e sono state installate le luci per l’illuminazione».

La riqualificazione recentemente realizzata, però, non riguarda e non riguarderà soltanto ‘Lo Sciacquaturo’. «Il paese di Aielli – prosegue il primo cittadino – ha 3 fontane. Una sita ad Aielli Stazione, una ad Aielli Alta e l’altra tra Aielli Alta e Cerchio. I lavori realizzati sono soltanto l’inizio di un progetto di riqualificazione che interesserà anche le altre due fonti. Le operazioni di riqualificazione della fonte di Via Musciano, tra l’altro, sono in via di ultimazione».

I lavori sono andati avanti nel tempo, «nonostante i rallentamenti dovuti alle denunce da parte dell’opposizione. Il blocco delle operazioni di riqualificazione è arrivato da parte della Soprintendenza dei Beni Architettonici e Paesaggistici, a causa del posizionamento di alcune pietre e dell’installazione di alcune luci sulla fonte, antica di circa 70 anni. In realtà, poi, la situazione è stata risolta e, dopo la rinata sintonia tra Comune e Soprintendenza, i lavori sono ripresi», conclude il sindaco.

Ostacoli superati e opere portate a termine dai lavoratori diretti dall’ufficio tecnico del Comune, «Ora avanti con la prossima fonte», suona la carica il primo cittadino sui social; con l’obiettivo di rendere ospitale ed accogliente in ogni suo angolo il borgo marsicano.

 

 

Foto di: Facebook

 

 

Altre notizie che potrebbero interessarti

ASL Abruzzo: sì alla riduzione della spesa pubblica, no ai tagli alla sanità pubblica

Redazione IMN

Incendio Collelongo: spento il fronte sud, continuano a bruciare i versanti di Trasacco e Ortucchio

Redazione IMN

Giornate FAI, Scurcola Marsicana la “sentinella” protagonista

Il 13 ottobre “tra monumenti, palazzi e chiese… dall’incastellamento al ‘900”
Redazione IMN