INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS

Aielli, l’emergenza d’Abruzzo fa slittare l’inaugurazione della scuola di legno

Era tutto pronto, o quasi. La moderna scuola in legno, costruita nel Comune di Aielli, doveva solo essere tirata a lucido, in occasione della sua presentazione al pubblico. Questa domenica, il 29 gennaio, infatti, era stata programmata l’inaugurazione del nuovo plesso scolastico. L’apertura ufficiale dell’edificio, che sarà duplice sede, ospitando la scuola media e quella dell’infanzia, è stata, però, rimandata.

16299352_2211014769123753_2279833571689788897_n«Sarà il 5 febbraio il giorno dedicato alla nuova scuola di Aielli. Inizialmente l’inaugurazione della struttura in legno era prevista per questa domenica, ma le emergenze attraversate, in questi giorni, dalla nostra Regione, hanno determinato alcune difficoltà nell’ultimazione dei lavori». A parlare è Enzo Di Natale, sindaco di Aielli.

«Fondamentalmente le operazioni di strutturazione e allestimento sono terminate. Oggi è stata, infatti, montata la scala; come ultimo tocco, poi, si procederà alle rifiniture». Infine, la pulizia dell’edificio, prima di accogliere i giovani studenti di Aielli e i bambini della scuola materna.

«La settimana scorsa – prosegue il sindaco – con la chiusura degli uffici e le strade impraticabili a causa della neve, la ditta, che si è occupata della costruzione della scuola, è stata impossibilitata a terminare gli ultimi lavori rimasti, nel rispetto la sua tabella di marcia». Inoltre «non è stato, altresì, possibile a noi, addetti all’Ente Comunale, preparare i documenti burocratici propedeutici all’apertura di un nuovo plesso scolastico», spiega l’uomo.

Il 5 febbraio alle ore 15, dunque, l’appuntamento con l’inaugurazione della nuova scuola di Aielli, la cui costruzione è stata finanziata, in parte, dal Comune stesso e, in parte, con fondi statali. Tra gli ospiti che saranno presenti alla cerimonia d’apertura del nuovo plesso «ci saranno: il vicepresidente della Regione nonché assessore con delega alla ricostruzione, Giovanni Lolli, sindaci ed autorità della Valle del Giovenco, una rappresentativa dell’Usrc, Ufficio Speciale per la Ricostruzione dei Comuni del Cratere, Ente che ha cofinanziato la scuola».

Una bella cerimonia per la nuova ‘casa’ scolastica, che quotidianamente dovrà accogliere gli studiosi di Aielli. Un posto moderno e all’avanguardia, che permetterà agli alunni di formarsi in un ambiente sicuro.

 

 

Foto di: stagisrl.com

Altre notizie che potrebbero interessarti

Asl 1, Ginnetti: dipendenti in attesa degli arretrati

I Sindacati chiedono incontro urgente all’Azienda Sanitaria
Redazione IMN

Carsoli, arrestato 52enne per omicidio volontario

Alice Pagliaroli

Tornimparte, raccolta porta a porta: superata la soglia dell’80%

Gioia Chiostri