INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

Agrifood: buyers dell’Arabia rapiti da falconeria

Imprudente: "Disciplina popolare nei Paesi arabi"

Le evoluzioni e acrobazie aree nello scenario di piazza Duomo a L’Aquila dei rapaci ammaestrati da due eccellenze abruzzesi dell’arte della falconeria come Giovanni Granati e Athena Jitariuc: nel tour in Abruzzo promosso dalla Regione Abruzzo, oltre alle bellezze storico-culturali-ambientali, alla delegazione di 29 importanti buyers, manager del ricco mercato dell’Arabia Saudita, è stato proposto uno spettacolo legato ad una disciplina molto in voga nel mondo arabo.

E gli importanti ospiti, in Abruzzo per intavolare trattative al fine di importare le eccellenze dell’agrifood sostenibile abruzzese, sono rimasti colpiti dall’evento che si è svolto ieri pomeriggio all’Aquila in piazza Duomo.

Ad accompagnare i buyers operanti nel settore degli iper-market, dei grandi alberghi, degli autogrill, delle catene di ristoranti e dell’intrattenimento alla scoperta dell’Aquila e del suo territorio, nella prima delle tre giornate del tour organizzato dall’Agenzia regionale per le attività produttive (Arap), come braccio operativo della Regione, il vicepresidente della Regione, con delega all’Agricoltura, Emanuele Imprudente, il vicepresidente di Arap, Maria Assunta Iommi, e l’assessore comunale aquilano al Turismo e alla Cultura, Fabrizia Aquilio.

“La falconeria – ha spiegato Imprudente – è una disciplina molto popolare nei paesi arabi, e dunque l’iniziativa intende creare relazioni e sinergie anche in questo campo, come sta avvenendo nell’ambito dell’agrifood”.

Giovanni Granati e Athena Jitariuc, hanno illustrato alla delegazione araba il veicolo volante da loro ideato per l’addestramento dei falchi, denominata Ufo che fa parte del brand Flyboost.

In mattinata, gli ospiti, nonostante la pioggia, hanno fatto un passeggiata nel centro storico dell’Aquila, per poi visitare una mostra, al palazzetto dei Nobili, sulle eccellenze del territorio: a cominciare dallo zafferano DOP dell’Aquila, per il quale è stato annunciato un primo contratto per la distribuzione nel mercato arabo, poi tartufo, e prodotti artigianali come selle e finimenti e il tombolo.

Oggi sono stati attivati gli incontri individuali (B2B) tra i buyers e 24 imprenditori abruzzesi che hanno risposto alla manifestazione di interesse dell’Arap: trattative che continueranno domani all’Hotel Villa Maria di Francavilla, dove la delegazione pernotta. In serata è in programma un tour nel territorio teramano, in particolare con visita ad Atri e apericena al palazzo monumentale. Infine, domani martedì giornata conclusiva nel territorio teatino, con visita alla Costa dei Trabocchi e cena sul trabocco Pesce Palombo di Fossacesia.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Capistrello, Francesco Ciciotti rieletto Sindaco

L'ex primo cittadino riconfermato alla guida del Comune di Capistrello davanti a Dina Bussi e ...
Redazione IMN

Covid a Celano: i consiglieri chiedono un consiglio comunale

I consiglieri chiedono un consiglio dopo gli ultimi contagi in città
Redazione IMN

I lavoratori invisibili del Laboratorio del Gran Sasso

Servizio controllo emergenze anticendio, Filcams Cgil: "Lavoratori e servizio a rischio"
Redazione IMN