INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS

Afa addio? Non ancora, nel week end arriva l’anticiclone Polifemo

L’alta pressione mantiene i suoi massimi a Ovest del bacino, permettendo l’inserimento ancora di correnti fresche da Nord. La redazione de’ iLMeteo.it comunica, per oggi, tempo soleggiato e stabile su gran parte d’Italia, salvo più nubi con locali piogge sulla Calabria meridionale, occasionalmente sulla Sicilia sud-orientale. Termicamente si continua ad essere sotto la norma per via di una ventilazione settentrionale abbastanza fresca che tiene la temperatura di 3/4° inferiori alla media in via generale. Nel corso dei prossimi giorni, tuttavia, la tendenza è per un progressivo avanzamento dell’alta pressione da Ovest verso Est, quindi con cessazione anche dei venti da Nord, sole e sempre più caldo. Da considerare soltanto un po’ di temporali sulle Alpi. Antonio Sanò conferma l’arrivo dell’anticiclone nordafricano Polifemo nel fine settimana. Le temperature saranno già in aumento progressivo tra domani e venerdì, ma subiranno un’impennata considerevole a partire da sabato 26 quando, appunto, l’onda calda di Polifemo si orienterà in maniera più decisa verso l’Italia. Proprio nel corso del fine settimana sono attesi valori termici anche di 4/5° sopra la norma, con punte massime fino a 36/37° e oltre sulle pianure, da Nord a Sud. Sanò comunica che per l’intera settimana la siccità continuerà a riguardare tutto il Paese, aggravandosi ulteriormente sulle aree centro-meridionali. Possibile alta pressione in cedimento, soprattutto al Nord nel corso della prossima settimana e verso fine mese, con probabilità che arrivino un po’ di piogge, ma è una ipotesi che va confermata.

 

 

Fonte ASIpress

Foto di http://www.ilsole24ore.com

Altre notizie che potrebbero interessarti

Avezzano Calcio, finalmente la fumata bianca: Umberto Marino è il nuovo allenatore

Alice Pagliaroli

Firmata l’ordinanza dal sindaco di Avezzano: da oggi riscaldamenti ‘Mode ON’

Redazione IMN

Teramo, i bambini della ‘De Albentiis’ alla mensa dei poveri

Redazione IMN