INFO MEDIA NEWS
Attualità EVENTI NEWS PRIMA PAGINA

Ad Avezzano tutto pronto per le celebrazioni del 103° anniversario del terremoto del 1915

Sabato 13 gennaio 2018, si celebrerà il 103° anniversario del terremoto del 1915, quando uno dei più forti sismi di cui ha memoria il Paese, devastò Avezzano e la Marsica. Un evento, che ogni cittadino porta con sé, tra memorie, racconti, immagini di una città che non c’è più ma a cui tutti noi siamo legati, anche da lontano. Parla delle nostre radici il 13 gennaio 1915, parla di come una terra forte e dal grande cuore come la Marsica, si è saputa rialzare per andare avanti, nonostante gli effetti di una tragedia immane, dove storie di donne e uomini si intrecciarono per ricostruire materialmente e socialmente un intero territorio.

Il Comune di Avezzano anche quest’anno ha organizzato un programma dettagliato per le celebrazioni in memoria del 13 gennaio 1915:

Sabato 13 gennaio 2018

 Ore 09:40         Raduno sulla strada statale, in prossimità del sentiero che porta al  “Memorial”;

Ore 10:00         Deposizione di una corona di alloro presso il “Memorial” alle Vittime del terremoto, alla presenza del Sindaco, delle Autorità Civili, Religiose, Militari, delle Associazioni d’Arma e di Volontariato;

Ore 11:30         Presentazione del libro dal titolo “Il Grande terremoto e il Lago del Fucino”, scritto dall’Ing. Ferdinando Milanetti, nella sede Polifunzionale Montessori, in Via G. Fontana;

 Ore 17:00         S. Messa in ricordo delle vittime del terremoto nel Santuario Madonna del Suffragio Don Orione presieduta da Mons. Pietro Santoro Vescovo della Diocesi dei Marsi.

Manifesto comune terremoto

 

 Foto di comune.civitellacasanova.pe.it

Altre notizie che potrebbero interessarti

‘Impresa Diretta’: mercoledì l’incontro alla Confartigianato sugli impatti della fatturazione elettronica

Redazione IMN

Ad Avezzano arriva Brif Braf – Il villaggio dei ragazzi: ‘Il volo del coleottero’ dà spazio al mondo dell’infanzia

Redazione IMN

Scurcola Marsicana, parla Mammarella: «Dimissioni per forte senso di responsabilità»

Redazione IMN