INFO MEDIA NEWS
NEWS Sport

Ad Avezzano, arriva il Centro Tecnico Regionale FIJLKAM, mini Chuck Norris in cerca di una nuova stella

Poco prima del pezzo di strada irto, da percorrere per raggiungere la meta stellata delle Nazionali, esiste il gradino della squadra regionale del Centro Tecnico della Federazione Italiana Judo, Lotta, Karate ed Arti Marziali. Colpi di successo, quindi, e mai colpi bassi fra le mura della Palestra ‘Il Tempio di Arti Marziali’ di via Sandro Pertini, ad Avezzano. Domani mattina, 9 ottobre, a partire dalle ore 9 e 30, la scuola di Arti marziali marsicana ospiterà, per tutta la mattinata, il Raduno Regionale firmato FIJLKAM e dedicato all’oro spirituale della disciplina atavica del Karate. Un’ovazione generale, quindi, verrà innalzata alla tecnica pulita, dinamica ed elegante di un corpo in movimento che arriva direttamente dalla conoscenza giapponese.

img_5064«La FIJLKAM, per quanto concerne la disciplina specifica del Karate, organizzerà ad Avezzano questo raduno prettamente tecnico denominato ‘Centro Tecnico Regionale’, – specifica uno dei organizzatori della manifestazione, Sante Baldassarre, terzo DAN di Karate e responsabile tecnico dell’Associazione Sportiva Dilettantistica ‘Karate Lion Avezzano’ – durante il quale, ragazzi dai 12 ai 20 anni di età al massimo si confronteranno e si alleneranno in comune per essere selezionati in vista della formazione di una vera e propria squadra di altezza regionale di atleti abruzzesi esperti nelle mosse del Karate. La selezione riguarda tanto gli uomini, quanto le donne, perché, ovviamente – spiega ancora Baldassarre – verrà formata una squadra maschile ed una femminile, entrambe suddivise in ogni categoria di peso e di età. Il raduno durerà tutta la mattina di domani, 9 ottobre. Vi sarà, a dirigere le danze, il tecnico Marco Ruggeri, sesto DAN di Karate ed attuale responsabile del Centro Tecnico Regionale, nonché Campione Italiano ‘Master’, che dirigerà la manifestazione, affiancato dai suoi due collaboratori Leonardo Pingelli, quarto DAN ed Elisabetta Prati, anch’essa 4 DAN di Karate».

 

img_5063Tramite l’escamotage tecnico del CTR, quindi, verranno visionati gli atleti che andranno a far parte della squadra regionale di questa disciplina, una per ogni categoria (esordienti A e B, cadetti A e B e juniores). Gli atleti, da una costa all’altra dell’Abruzzo, si raduneranno, quindi, domani, tutti ad Avezzano per lasciarsi saggiare da chi ne sa più di loro. Un’opportunità, questa, di mettere in vetrina, dinanzi ad un pubblico esperto, tutto ciò che l’esperienza e la pratica quasi giornaliera del Karate sanno danno. «Da Pescara a Giulianova, – dice Baldassarre – passando per il centro d’Abruzzo, il fior fiore degli atleti regionali arriverà sino ad Avezzano: ovviamente, la pratica della disciplina sarà, domani, riservata agli sportivi che verranno qui a praticarla». Il Centro Tecnico Regionale viene, di norma, convocato dal Comitato Regionale e vengono, di evento in evento, chiamate a raccolta tutte le società che sono iscritte al massimo circuito FIJLKAM. Le società, a loro volta, debbono prendersi in carico l’onere di convocare gli atleti della loro rosa che hanno voglia e volontà di mirare al Centro Tecnico Regionale, scegliendo, ovviamente, gli assi nella manica della propria ‘famiglia’ sportiva, ossia gli elementi di maggior pregio. Questo gruppo variegato e gonfio di eccellenze del Centro Tecnico Regionale si radunerà, poi, e si allenerà assieme per le varie gare nazionali ed internazionali. I ragazzi che faranno parte del Centro Tecnico Regione, saranno i rappresentanti della squadra abruzzese di Karate della FIJLKAM. «Da Avezzano, parteciperà alla selezione, – dice Sante Baldassarre – anche l’avezzanese Jacopo Neri, stella nascente della disciplina orientale marsicana, il quale, lo scorso anno, per una mera questione di età, non è riuscito ad entrare nella rosa del CTR; era, di fatti, troppo piccolo. A livello di numeri, infine, non è mai accaduto, che, ad eventi mirati del genere, partecipassero gruppi di sostanza al di sotto della soglia delle 45 persone».

 

Finger crossed, quindi, per gli atleti di casa Avezzano. Il tour del CTR tocca, nel corso dell’anno, varie città abruzzesi, con una frequenza pari ad una volta al mese. Nel periodo pregara, invece, quando, cioè, sono già stati selezionati i ragazzi che faranno parte della squadra regionale, la convocazione ai fini dell’allenamento presenta una frequenza di due o tre appuntamenti nel week end, in attesa dei vari Campionati nazionali ed internazionali in cui dovrà levarsi alta la bandiera d’Abruzzo dello sport corpo a corpo. Un pezzo di strada che dovrà essere, quindi, percorsa di corsa: la magia del gruppo, fra pugni, calci e parate, racchiuderà, domani, un senso di eccellenza. Fare a pugni con la vita, a volte, potrebbe essere anche un’azione formativa ed accrescitiva.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Meteo, maltempo al Centro: neve in Abruzzo

Redazione IMN

Il Terremoto e la solidarietà in una foto della squadra giovanile di Pallanuoto ai Mondiali di Montenegro

Gioia Chiostri

Civitella, è qui la festa! Tornano i colori passati e futuri di Lungo le antiche rue

Gioia Chiostri