INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

Acqua potabile Celano: continua monitoraggio del Cam

Il Cam chiarisce che l'acqua che arriva nelle abitazioni di Celano è potabile, altre analisi nelle prossime ore

CAM avviso di garanzia a Pierleoni

“Abbiamo provveduto a chiudere il serbatoio Calvario e a bypassarlo in attesa di una nuova sanificazione”. Questa la posizione del presidente del Consorzio acquedottistico marsicano, Manuela Morgante, in merito alle analisi sollecitate dal Comune di Celano e condotte sugli impianti di tutta la città dopo i numerosi casi di gastroenteriti segnalate dai cittadini.

“In sinergia con il Comune di Celano abbiamo effettuato una verifica puntuale su tutte le sorgenti che servono la città”, ha precisato il presidente Morgante, “gli undici campioni di acqua prelevata hanno dato esito negativo, fatta eccezione per il serbatoio Calvario che alimenta sole le utenze dei rioni di Campitelli alto, via Vestina e Bussi. Il serbatoio in questione, dove sono stati rilevati dei coliformi, solo poco meno di un mese fa era stato sottoposto a pulizia e sanificazione. Visti i dati abbiamo deciso in via precauzionale, e d’intesa con l’amministrazione comunale e il sindaco Settimio Santilli, di chiudere il serbatoio e montare un apparato di disinfezione delle acque della sorgente Santi Martiri. Inoltre, per rassicurare ulteriormente gli utenti, stiamo disinfettando tutto il sistema acquedottistico della città e delle sue frazioni”.

Il Cam chiarisce che l’acqua che arriva nelle abitazioni di Celano è potabile e che nelle prossime ore verranno ripetuti i controlli su tutti gli impianti della città.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Multe irregolari sulla Superstrada del Liri

Autovelox sulla SS690 annullato per mancanza di indicazione della taratura al verbale, UTG ...
Redazione IMN

Viabilità, procedure di gara da più di 2 milioni di euro per le strade della Provincia dell’Aquila

Redazione IMN

E’ giorno: alle 7 e 30 appuntamento al campo, battipista in quota

Sono oramai più di sei giorni che la Marsica vive senza vivere, col fiato sospeso. In attesa di un ...
Redazione IMN