INFO MEDIA NEWS
Cultura NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

“Accendiamo la pace” ad Avezzano

Sabato 25 la tradizionale iniziativa della Festa della pace della Diocesi dei Marsi

“Accendiamo la pace” ad Avezzano

La Festa della Pace è giunta alla sua 26esima edizione e per l’occasione sabato 25 gennaio ad Avezzano la Diocesi Dei Marsi organizza “Accendiamo la pace”.

L’appuntamento quest’anno sarà serale in quanto l’incontro è previsto alle ore 17.30 nella Piazza Beato Zefferino, vicino lo Stadio dei Marsi, da dove partirà la “Fiaccolata della pace” che si snoderà per le strade della città fino a Piazza Risorgimento. Un luogo di partenza simbolico perché vicino alla moschea cittadina, infatti al corteo, in segno di fratellanza e comunione, si uniranno anche i fratelli musulmani.

“Accendiamo la pace” ad AvezzanoIl vescovo Pietro Santoro terrà un momento di riflessione confermando insieme alla comunità ecclesiale una sorta di impegno per la pace intorno al “Documento sulla fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune” scritto da papa Francesco in occasione del viaggio apostolico negli Emirati Arabi.

Il secondo appuntamento sarà il 26 gennaio, alle 18, nella sala parrocchiale di Madonna del Passo, con lo spettacolo teatrale “EttyHillesum: elogio dell’amore » a cura del Teatro stabile d’Abruzzo”, che porta in scena la storia di una giovane donna ebrea olandese che desiderava fare la scrittrice ma è stata uccisa nel campo di Auschwitz.

La Tavola della pace nasce da un’idea dell’Azione cattolica per coinvolgere le diverse realtà diocesane per l’organizzazione della Festa della Pace e di altri eventi presenti nel corso dell’anno. È composta dai rappresentanti dell’Azione cattolica, della pastorale missionaria, della pastorale familiare, dell’associazione Rindertimi, dell’Agesci, di Migrantes, della Caritas, della Pastorale Giovanile e della Pastorale Sociale e del lavoro.

La Tavola della pace diocesana promuove il rifiuto di ogni forma di violenza e della guerra come soluzione dei conflitti, la difesa dei diritti umani, civili, politici, sociali, economici e ambientali, la solidarietà con i più deboli e la cooperazione con i popoli impoveriti dalla divisione mondiale delle ricchezze e molti altri temi.

In progetto l’istituzione dell’”Università della Pace”, un luogo di confronto e formazione permanente per sensibilizzare persone, gruppi e comunità sui temi della giustizia e dei diritti umani.

Altre notizie che potrebbero interessarti

VIDEO. Centrale torrente Rianza, ancora tutto da decidere: serve nuova valutazione Via

Kristin Santucci

Macchina si capovolge su se stessa a Santa Iona, Vigili del Fuoco sul posto per i soccorsi

Maurizio Di Cintio

Maltempo: A24 e A25 riaperte ai mezzi pesanti

Redazione IMN