INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS

‘Abruzzo Open Day Winter’: «Una scossa elettrica per la promozione del turismo abruzzese»

Eventi sold-out, 200 appuntamenti in calendario, migliaia di accessi al sito di booking dedicato (a cui hanno aderito 200 operatori turistici, per complessivi 8mila posti letto), una campagna massiva di promozione che, oltre ai canali tradizionali, ha scelto di puntare molto su web e social, con un investimento di circa 700mila euro. Parte con i migliori presupposti Abruzzo Open Day Winter, in programma dal 26 ottobre al 2 novembre prossimi.

Questa mattina a Pescara è stato tracciato un bilancio dell’organizzazione dell’iniziativa, che il direttore generale della Regione, Cristina Gerardis, ha definito «una scossa elettrica per la promozione del turismo abruzzese». E i numeri, raggiunti in poco meno di 20 giorni dall’avvio della campagna di comunicazione, sono incoraggianti: 29mila accessi al portale Open Day Abruzzo e 800mila alla pagina Visit Abruzzo, con una percentuale di nuovi visitatori che supera l’80 per cento del totale.

«Questo evento – ha sottolineato il direttore del Dipartimento Turismo, Giancarlo Zappacosta – ha permesso di realizzare un’azione di sistema tra tutti gli attori del territorio, eliminando i verticismi e scommettendo sulle proposte che arrivano direttamente dalla base per far decollare il nostro comparto turistico. I sentimenti positivi (i commenti lasciati sui portali specializzati dai turisti che hanno già visitato e soggiornato in Abruzzo, ndr) superano l’80 per cento sulla valutazione degli alberghi e l’87 per cento per quanto riguarda i luoghi. Quello che ci manca ancora sono i ‘numeri’ per poter competere con le altre realtà e con Abruzzo Open Day Winter gettiamo le basi per avere anche quelli».

Particolare attenzione sarà riservata al monitoraggio dei risultati della manifestazione, che serviranno come base per programmare le future strategie e introdurre eventuali correttivi, così da arrivare pronti all’appuntamento estivo con Abruzzo Open Day Summer. «Una promozione – ha aggiunto Zappacosta – per una nuova narrazione dell’Abruzzo come destinazione esperienziale. Qualcuno potrebbe obiettare che gli eventi in programma sono troppi e troppo diversi. In realtà è proprio quel ‘troppo’ il nostro punto di forza, perché vogliamo far comprendere ai turisti che nella nostra regione possono vivere un’esperienza unica».

La Gerardis, intervenuta alla conferenza stampa di questa mattina a Pescara insieme al dirigente del servizio politiche turistiche Francesco Di Filippo e a Claudio Ucci, in rappresentanza delle Dmc abruzzesi, ha rimarcato come «la Regione creda molto in Abruzzo Open Day, che non vuole essere solo un evento spot, ma rappresentare davvero il punto di partenza per un cambio culturale, da cui far ripartire un settore che ha enormi potenzialità ancora inesplorate».

 

Fonte AGI

Foto di ANSA

 

Altre notizie che potrebbero interessarti

L’Aquila, classi del del liceo Classico in un’unica sede, in attesa del recupero del sito di Pettino

Redazione IMN

La scuola Mazzini-Fermi vince un premio di 4000 euro

Al concorso ideato dalla Wind dal titolo “Neoconnessi”, la 5^ C al terzo posto in Italia
Redazione IMN

VIDEO. Rinasce la chiesa – teatro San Filippo: L’Aquila riparte anche da qui

Kristin Santucci