Spazio Pubblicitario

INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS

Abruzzo: cresce la raccolta di rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche

Secondo i dati del Centro di Coordinamento Raee, nel 2016 l’Abruzzo ha raccolto 4.962.206 kg di rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, registrando un buon incremento del 10,78% rispetto all’anno precedente. Risulta in aumento anche la raccolta pro capite, che si attesta attorno a 3,74 kg per abitante, un dato ancora insufficiente per raggiungere la media nazionale e del Centro Italia (4,68 kg/ab.).

È quanto emerge dalla nona edizione del ‘Rapporto Annuale 2016 sul Sistema di Ritiro e Trattamento dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (Raee) in Italia’ a cura del Centro di Coordinamento Raee. Nel 2016 incrementa dell’11% anche la rete di Centri di Conferimento, le strutture dove i cittadini possono conferire gratuitamente i propri Raee.

Sul territorio abruzzese sono attivi 56 Centri di Raccolta comunali, di cui 36 aperti dalla Distribuzione, e 13 Altri Centri. In media sono presenti 4 strutture ogni 100.000 abitanti, un dato inferiore rispetto alla media nazionale di 7 centri/100.000 abitanti. Nella classifica dei Raggruppamenti in base ai quali vengono classificate le diverse tipologie di RAEE, i più raccolti sono R3 (Tv e Monitor) con una percentuale del 35% del totale e R1 (Freddo e Clima) con il 31%. Seguono R2 (Grandi Bianchi) e R4 (Piccoli Elettrodomestici) rispettivamente con il 19% e il 15%. Rimane scarsa la raccolta di R5 (Sorgenti Luminose) con una percentuale pari solo a 0,3%.

Analizzando i risultati delle singole province della Regione Abruzzo, Chieti è in prima posizione per quantitativi assoluti con 1.899.516 kg di RAEE, seguita da Teramo con 1.527.648 kg raccolti e L’Aquila con 1.083.574 kg. Tutte le province abruzzesi registrano un incremento della raccolta nel 2016 ad eccezione di Pescara (-6,96%).
Guardando alla raccolta pro capite, Teramo guida la classifica regionale con 4,96 kg per abitante, seguita da Chieti con 4,86 kg e L’Aquila con 3,57 kg. Rimane molto scarso il dato di Pescara, fermo a solo 1,40 kg/ab. La provincia con il maggior numero di Centri di Raccolta ogni 100.000 abitanti è L’Aquila con 6 centri, a cui segue Teramo con 5. Commenta i risultati «Nel 2016 – spiega Fabrizio Longoni, Direttore Generale del Centro di Coordinamento RAEE – l’Italia ha registrato un incremento a doppia cifra nella raccolta dei RAEE gestita dai Sistemi Collettivi, che sfiora il 14%. In questo contesto, i traguardi raggiunti quest’anno dalla Regione Abruzzo, pari a una ulteriore crescita di oltre 10 punti percentuali, dimostrano che la Regione sta percorrendo una strategia positiva grazie a una politica di infrastrutturazione volta a migliorare il dato di raccolta pro capite. La Regione Abruzzo si è impegnata molto in quest’ultimo anno, ha migliorato le proprie performance e ha gettato le basi per costituire un’efficiente e capillare rete di centri di raccolta per i cittadini. Per rafforzare il percorso virtuoso intrapreso, sarà necessario offrire servizi agli operatori della grande distribuzione, anche in applicazione delle recenti disposizioni di settore attraverso il decreto ‘Uno contro Zero’».
 

Fonte: AGI

 

Foto di: newecology.it

Altre notizie che potrebbero interessarti

La domenica dei Flauti Itineranti nella Valle di Amplero

Tina Sucapane: un viaggio di musica e natura nelle cose antiche fatte di vita e di storia
Redazione IMN

Maltempo: incidente sulla A25, 6 auto rimaste coinvolte

Incidente senza eccessive conseguenze sull’autostrada sulla A25, rimaste ferite due persone
Redazione IMN

Santa Croce, smentito il rigetto del ricorso sul sequestro dell’acqua: «Valuteremo i danni d’immagine»

Redazione IMN