INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

A Tavola con Bea: San Valentino con gusto!

Vi proponiamo, per la cena più romantica dell'anno, dei cestini di pasta frolla con crema e frutti di bosco. Come prendere il proprio innamorato o la propria amata per la gola. Tutti in cucina con le ricette di Bea.

Festa degli innamorati sì, ma anche delle papille gustative. Cucina di San Valentino, modalità on con la foodblogger di InfoMediaNews e di GialloZafferano, Beatrice Santarelli.

Questi cestini di pasta frolla con crema e frutti di bosco sono il dolce perfetto da gustare al termine della cena più romantica dell’anno, la sera di San Valentino è vicina, prepariamoli insieme con la mia ricetta

Ingredienti:

1 Pasta frolla

potete prepararla voi

200 g Crema pasticcera

potete farla voi

200 g Frutti di bosco

i miei erano congelati

50 g Zucchero

1 q.b. Succo di limone

1 q.b. Zucchero a velo

Preparazione:

Partiamo dalla frolla, come indicato nella lista degli ingredienti se avete tempo potete prepararla a casa, vi ho inserito il link per la mia ricetta. Io spesso la compro per mancanza di tempo mi trovo bene sia con le frolle di marca che con la basica del supermercato. Stesso discorso per i frutti di bosco non mi è sempre facile trovarli dal fruttivendolo perciò la mia scelta spesso ricade sui prodotti congelati. Per la crema invece vi suggerisco di prepararla per tempo perché deve esser bella fredda altrimenti rischiate che vada a bagnar troppo la base di pasta frolla ed il risultato sarebbe un bel casino. Anche per la crema vi ho messo il link per la ricetta della nonna. Passiamo ora alla preparazione dei cestini di frolla con crema e frutti di bosco. Accendiamo il forno in modalità statico a 180° C. Se seguite la preparazione con la frolla pronta sappiate che dovete tirarla fuori dal frigo almeno 10 minuti prima, stenderla e bucherellarla con la forchetta.

Con un coltello poi creiamo i cerchi da inserire nei pirottini con la carta forno. Io uso il testo dei muffin da 12 e 3 pirottini di alluminio, sempre con la carta forno. Una volta creati tutti i cestini vado a versare con un cucchiaio la crema. Non esagerate perché durante la cottura un pò rigonfia e si rischia che sia troppa. Inforno per circa 10 minuti, vedrete diventare dorata la superficie della crema e della stessa pasta frolla. Ora non ci resta che lasciarli raffreddare per bene prima di proseguire con i frutti di bosco. Prendiamo la busta di frutti di bosco congelati e versiamoli in una padella antiaderente con i 50 gr di zucchero semolato e con un po’ di succo di limone. Quando i frutti di bosco avranno rilasciato nella padella un po’ di succo possiamo spegnere il fornello e con un cucchiaio li andremo a posizionare al centro dei nostri cestini. Prima di servirli ai nostri ospiti o come nel mio caso alla mia amica Alessia, spolveriamo con dello zucchero a velo.

Buon appetito!

Chi è la foodblogger Beatrice Santarelli?

Se vi state chiedendo chi sono e sopratutto chi c’è dietro al blog “A Tavola con Bea”, siete nel posto giusto, proverò in breve a spiegarvi chi è Bea! Come si intuisce già dal titolo del blog, mi chiamo Beatrice, ma per tutti da una vita sono Bea, da qui il nome del blog. Vivo nella Marche, una Regione che amo nel profondo del cuore, perché come poche regioni d’Italia, può vantare alcune tra le bellezze naturalistiche e culinarie più belle ed affascinanti dello Stivale. Da brava marchigiana, adoro il mio mare, vivo a due passi dalla spiaggia, amo il suo suono che mi tiene compagnia, specialmente d’estate con il fruscio delle onde ed il chiacchiericcio dei turisti. D’inverno, invece, quando soffia il vento e le onde si alzano, riesco a sentirlo fin dentro casa. Poi ci sono le montagne: la possibilità di essere in collina con pochi minuti di auto mi affascina, insomma come dice una vecchia pubblicità…

“L’Italia in una Regione… da scoprire all’Infinito!” sono di parte, che volete farci!

Per quanto riguarda invece la mia passione per la cucina, penso che risalga a quand’ero piccolina, quando mia nonna girava per casa con un matterello; mi faceva indossare il mio grembiulino blu a fiorellini e mi dava un po’ di pasta per giocare. Ci potevo passare delle ore, ero affascinata. Poi, crescendo, ho avuto la fortuna di avere una mamma che per lavoro era cuoca. La sua specialità era il pesce, le sue idee si spingevano molto lontano, associava i sapori, le verdure, la frutta al pesce, insomma se piaceva a lei e alle sue cavie, figlia e camerieri compresi, andava dritto nei piatti degli ospiti in sala. Le ho visto fare le vongole con le fragole o con i fichi solo perché in quel momento nel frigorifero aveva solo quello a sua disposizione.

Da queste due grandi donne della mia famiglia discende la Bea. Io cucino per me, perché adoro farlo, amo preparare piatti su richiesta per la mia famiglia, per il mio ragazzo e per gli amici, come potrete leggere in molti miei post loro sono le mie famose cavie. Il mio blog nasce per testare e sperimentare le ricette che si trovano nei siti, nei blog e nel vasto mondo della rete, insomma tutte quelle volte che dici “questa la voglio provare!” ecco io faccio così, la preparo, la provo e se il risultato è soddisfacente sia per me che per la mia giuria di cavie, FINISCE NEL MIO BLOG!

Altre notizie che potrebbero interessarti

VIDEO. Web-dipendenza, sintomi e cure: la ‘ricetta’ nel convegno a Celano

Kristin Santucci

Stamattina la riunione per la salvezza dei Tribunali, Colucci: «Presentate varie proposte dai quattro Fori»

Maurizio Di Cintio

Nas Pescara: carnevalate cinesi sotto sequestro per 1500 euro totali

Redazione IMN