INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica SLIDE TV

A Capistrello incalza l’Opposizione: “Chiudere scuole e Comune”

I consiglieri di Minoranza: "Bisogna fare presto. Il nostro appello al sindaco: convocare subito consiglio comunale straordinario".

“Dopo il rigetto della nostra richiesta di convocazione del Consiglio comunale siamo costretti a tornare sui giornali per dare voce alla preoccupazione dei cittadini. Le notizie sul numero dei contagiati a Capistrello sono sempre più gravi e i positivi aumentano di giorno in giorno: è quanto mai necessario ed urgente intervenire”.

Così in una nota stampa i consiglieri di minoranza Bussi, Di Felice, Silvestri e Salvati. “Abbiamo chiesto – dicono – la convocazione del Consiglio comunale con urgenza per confrontarci e adottare insieme misure di contrasto alla diffusione del virus. È necessario chiudere subito gli uffici comunali fino a quando non sarà chiarita ufficialmente la presenza o meno di dipendenti e/o amministratori positivi. Altro aspetto da affrontare è quello delle scuole: bisogna chiudere e sanificare, come sta avvenendo in molti comuni del circondario, e lavorare ad una rete di screening continuo, in collaborazione con i medici di base. Per riuscire con efficacia in questa operazione di monitoraggio, si provveda immediatamente all’acquisto dei tamponi antigenici da mettere a disposizione della cittadinanza, sulla scorta di quanto fatto in altri comuni marsicani, come Aielli ad esempio”, avvertono i consiglieri.

“Lo chiediamo con la pacatezza che il momento impone ma anche con la premura doverosa: non si può intervenire solo dopo che il problema si è palesato, non si può più temporeggiare, bisogna fare presto e cercare di evitare che la situazione degeneri ulteriormente. In qualità di consiglieri comunali, e nonostante la negazione della convocazione del Consiglio, sentiamo forte il dovere di dare il nostro apporto e per questo rivolgiamo un appello al Sindaco: chieda subito alla Presidente Di Giacomo di mettere da parte le divisioni, che in questo momento non devono esistere, e di convocare subito il Consiglio comunale. Avremo modo di tornare alla dialettica politica quando tutto questo sarà finito”, aggiungono.

“In questo momento alla nostra comunità dobbiamo trasmettere senso di unità e di responsabilità. La crisi pandemica che ci troviamo ad affrontare, e le conseguenze che ne deriveranno, potranno essere superate solo se ci si impegna con uno sforzo comune e condiviso”, questa la conclusione.

Altre notizie che potrebbero interessarti

La Clinica L’Immacolata Covid: lunedì arrivano i primi pazienti

Si sta perfezionando in queste ore la convenzione che, tra Regione, Asl e proprietà stessa della ...
Redazione IMN

Natale Covid: pressing delle Regioni sul governo

I governatori chiedono allenamento delle misure: si punta a riapertura di bar, ristoranti e negozi
Redazione IMN

LFoundry, lavoratori in sciopero

RSU proclamano sciopero dopo che l'azienda ha respinto le richieste anti-Covid
Redazione IMN