INFO MEDIA NEWS
Cultura NEWS SLIDE TV

700 anni fa l’addio a Dante, lectio Magistralis del prof Letta

L’evento è in agenda per oggi stesso ad Avezzano, 14 settembre, alle 10 e 30 al Castello Orsini. Il Purgatorio? Una cantica di Libertà.

Studenti alla “scoperta” del sommo Poeta attraverso una “lectio Magistralis” del professor Francesco Letta.

Appuntamento oggi, alle 10 e 30, al Castello Orsini Colonna dove, in occasione del 700° anniversario della scomparsa del padre della lingua italiana, Dante Alighieri, l’amministrazione Di Pangrazio ha promosso l’evento riservato agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado dove salirà in cattedra lo storico docente del liceo classico Torlonia ed esperto studioso della Divina Commedia. La speciale lezione del prof Letta organizzata dagli assessori alle politiche scolastiche e alla cultura, Patrizia Gallese e Pierluigi Di Stefano e l’assessore, e curata dal giornalista Raffaele Castiglione Morelli, sarà incentrata su: Il Purgatorio come cantica di Libertà.

“Siamo convinti che la “lectio Magistralis” sul Sommo Poeta del prof Letta sia il miglior modo per iniziare l’anno scolastico”, affermano gli assessori Gallese e Di Stefano, visto che la pandemia, tra le tante cose, ci ha impedito anche di rendere il giusto omaggio a Dante Alighieri lo scorso 25 Marzo, il Dantedì. Per questo motivo, saremo ancora più lieti e onorati di ascoltare le parole del professor Letta, storico docente della città di Avezzano e grande esperto di Dante. Un’occasione per gli studenti, ma anche per noi, di affrontare i temi di universale valore della divina Commedia”.

L’evento potrà essere seguito anche a distanza tramite la diretta sulla pagina Facebook del Comune di Avezzano.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Scurcola Marsicana, i Carabinieri senza sede aprono un ‘ufficio’ denunce in Municipio

Redazione IMN

Il sogno di Lucilla Lilli per Cappadocia

"Voglio valorizzare i centri storici e ristrutturare la casa di D'Annunzio".
Redazione IMN

VIDEO: Eco Trail Serra, vivere le bellezze di Celano attraverso l’atletica

Alice Pagliaroli