INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS PRIMA PAGINA

4 scosse in due ore e mezza: a L’Aquila nuova notte insonne

Torna a tremare la terra, di notte, quando le luci di casa sono spente quasi tutte, o stanno per spegnersi in ragione del riposo serale. Torna a tremare la terra con il freddo di fuori e con la paura del terremoto di dentro. Facebook, dal canto suo, ha già generato l’allarme. Quattro scosse di terremoto, successive, sono state registrate questa sera nella Provincia di L’Aquila. La prima è avvenuta alle ore 19 e 41 circa ed è stata di magnitudo locale 2.1, registrata ad una profondità di 10 chilometri; ha interessato i Comuni di Amatrice, Montereale (AQ), Cittareale e Capitignao (AQ). Quindi due Comuni della Provincia di Rieti e due della Provincia di L’Aquila.

Alle ore 20 e 35 di stasera, la Sala Sismica dell’Ingv di Roma ha registrato una nuova scossa, la quale ha riportato una magnitudo locale pari a 2.3, quindi di maggiore entità. La scossa di terremoto è stata verificata dall’Ingv ad una profondità pari a 10 chilometri ed ha interessato maggiormente e nuovamente i Comuni di Montereale, Amatrice, Capitignano e Cittareale.

Quella che ha terrorizzato, però, in maniera più manifesta gli animi delle persone, è stata quella successiva, delle ore 20 e 52 in punto, di magnitudo locale pari a 3.3, con epicentro fra Barete, Pizzoli e Cagnano Amiterno, quindi in piena Provincia aquilana.

La scossa è stata registrata ad una profondità di  10 chilometri. Ultimo movimento tellurico, quello delle ore 21 e 17, avvenuto ad una profondità di 11 chilometri, con epicentro fra le località di Pizzoli e Barete, ancora. In questo caso, sono stati interessati dalla scossa serale anche i Comuni limitrofi di Cagnano Amiterno e Scoppito. Per ora, non sono stati segnalati danni a cose o a persone.

Foto di: Ingv

Altre notizie che potrebbero interessarti

Rischio Valanghe, A.Di.S.: «Dalla Regione un primo passo, ma non basta»

Redazione IMN

Avezzano: arrestato un magrebino per violenza sessuale

Redazione IMN

Marsica: gioco d’azzardo e dipendenza in crescita: il 15% degli studenti ne soffre, lunedì incontro illustrativo

Gioia Chiostri