INFO MEDIA NEWS
Cultura NEWS SLIDE TV

22 milioni di euro di risorse a disposizione della cultura: anche in Abruzzo ambienti didattici innovativi

L’Istituto Comprensivo ‘Zippilli-Lucidi’ di Teramo e l’Istituto Comprensivo ‘Saliceti’ di Bellante tra le scuole italiane che hanno ottenuto finanziamenti per la creazione di ambienti di apprendimento per integrare nella didattica l’utilizzo di tecnologie all’avanguardia. 

È quanto si apprende dal Miur che, dei 5mila istituti che hanno partecipato al PON in questione, pone peraltro proprio l’istituto ‘Zippilli-Lucidi’ con la sua proposta progettuale al 366° posto tra tutti i partecipanti e in seconda posizione – per punteggio – tra le 6 scuole finanziate in provincia di Teramo.

«Si tratta – spiega meglio Lia Valeri, dirigente scolastico dei due istituti comprensivi  in questione – di 22 milioni di euro di risorse a disposizione, che sono state destinate a 1.115 proposte finanziate. All’avviso per la presentazione delle candidature avevano risposto oltre 5mila istituzioni scolastiche, un numero record per le azioni del Piano Nazionale Scuola Digitale. Sapere di essere riusciti in questo importante obiettivo ci riempie dunque di soddisfazione, perché questo vuol dire che anche l’anno scolastico che verrà proseguirà con un grado di innovazione e di qualità formativa tali da continuare a conseguire eccellenti traguardi».

Come ribadito anche dal ministro Marco Bussetti, la realizzazione di nuovi ambienti di apprendimento nelle scuole finanziate prevede dotazioni tecnologiche innovative per l’utilizzo della realtà virtuale e aumentata nella didattica, della robotica educativa, del pensiero computazionale, della stampa 3D.

«Un nuovo modo – continua la Valeri – di concepire le aule e, dunque, l’apprendimento, al quale non intendiamo rinunciare. Da tempo i due istituti che ho l’onore di dirigere partecipano infatti ai vari progetti PON per ottenere i fondi strutturali e di investimento europei necessari per arricchire le nostre infrastrutture tecnologiche ed estendendo ulteriormente la possibilità del digitale nella didattica. Vale la pena – conclude la Valeri – ricordare l’indirizzo 3.0 della scuola secondaria ‘Mario Zippilli’, che prevede classi con editoria e supporti digitali e piattaforma e-learning anche per il recupero e il potenziamento pomeridiano».

Fonte: Ufficio Stampa 

Foto di: Democratica

 

Altre notizie che potrebbero interessarti

VIDEO. In forma con il fitness al Centro Italia Nuoto di Avezzano: alla porta moderne novità

Kristin Santucci

Svelata la Prima Squadra del Celano Calcio

Redazione Sport

Droga: arrestato 32enne con 1,1 chili di hashish, sequestrate anche 5 pistole e 3 fucili

Gioia Chiostri