INFO MEDIA NEWS
EVENTI NEWS SLIDE TV

206 anni fa nasceva l’Arma dei Carabinieri

Reso noto il bilancio delle operazioni più importanti affrontate, nel 2019, dai militari della Provincia dell'Aquila. Ottimi risultati dalle attività antidroga. L'ambito criminale più critico è quello che coinvolge le fasce più deboli della popolazione.

Oggi ricorre il 206° annuale della fondazione dell’Arma dei carabinieri.

A causa della situazione sanitaria nazionale, la ricorrenza è stata celebrata in forma ridotta. A L’Aquila, nel comando provinciale dei carabinieri, si è svolta una breve ma significativa cerimonia. Nel cortile della caserma, intitolata a Dante Giovanni Jafolla, vicebrigadiere decorato con la medaglia d’argento al valor militare, è stata deposta una corona al monumento dedicato ai caduti dell’Arma dei carabinieri, alla presenza del prefetto Cinzia Torraco e del comandante provinciale, Col. Nazareno Santantonio. Nella circostanza il Comandante Provinciale oltre a ricordare il M.llo Gianpaolo PACE a cui è intitolata la sala rapporto, ha fatto appello alla memoria del Maresciallo Fabio Cicone, del M.llo Lucio Giangiordano, dell’Appuntato Emanuele Anzini e di tutti i Carabinieri deceduti legati al territorio aquilano.

Al Prefetto, il Comandante ha illustrato le articolazioni dell’Arma presenti nella Provincia ed esposto l’attività operativa riferita al 2019, anno in cui l’Arma ha proceduto per il 66% del totale dei delitti commessi nella Provincia.

In quasi tutti i settori della criminalità, è stato registrato un significativo decremento dei reati ed in particolare di quelli c.d. predatori, che creano un maggiore allarme sociale tra la popolazione, con una diminuzione dei reati del 18% rispetto al 2018. e con una percentuale dell’8% dei reati scoperti, nella Provincia, dato di gran lunga superiore alla media nazionale. Purtroppo, l’ambito criminale che evidenzia maggiore criticità è la tutela delle fasce deboli, vittime di reati in materia di violenza domestica e di genere, che ha registrato un aumento del 36% dei reati perseguiti rispetto al 20018. Aumento dei reati questo che coincide con l’entrata in vigore della Legge 19 luglio 2019, n. 69, conosciuta come Codice Rosso, che ha introdotto modifiche normative più stringenti in materia di tutela delle vittime di violenza domestica e di genere. Anche grazie all’entrata in vigore della nuova normativa è aumentato il livello di emersione del fenomeno, secondo un trend di crescita confermato negli ultimi anni, che vede un intenso impegno dell’Arma dei Carabinieri, alla cui problematica ha dedicato specifiche professionalità, donne e uomini, con formazione specialistica e in servizio anche presso i comandi Stazione più periferici.

E’ aumentato (+50%) infatti il numero degli autori di violenza nei confronti delle donne denunciati alla A.G. nell’ultimo anno.

Un risultato ottenuto soprattutto in sinergica collaborazione con le Autorità Giudiziarie di L’Aquila, Avezzano e Sulmona, e il fattivo supporto delle Associazioni dei Centri Antiviolenza e Case Famiglia che con la loro rete sono presenti in tutta la provincia.

Anche le specifiche attività antidroga hanno fornito ottimi risultati, in termini di contrasto al fenomeno, soprattutto con la campagna antidroga “Scuole Sicure” , svolta principalmente nei pressi degli Istituti scolastici Superiori della Provincia.

Una diminuzione dei reati, seppur non marcata, circa il 5%, si registra anche sul fronte delle truffe e delle frodi informatiche.

Sinteticamente si riportano gli interventi operativi di maggiore rilievo:

– in data 23 gennaio 2019, in L’Aquila, i Carabinieri eseguivano un provvedimento Cautelare in Carcere, emesso dal Tribunale di L’Aquila, nei confronti di 5 cittadini di origine rumena per i reati di concorso in furto in abitazione, ricettazione e violazione degli obblighi inerenti alla sorveglianza speciale;
in data 01.3.2019, Carabinieri di Tagliacozzo eseguivano un provvedimento restrittivo nei confronti di 6 persone (di cui 1 minorenne) perché responsabili di delitti contro il patrimonio (rapine e furti e scippi), perlopiù ai danni di persone anziane;
– in data 24 maggio 2019, a L’Aquila, i carabinieri traevano in arresto, nella flagranza del reato, un cittadino italiano ed un cittadino perché ritenuti responsabili dei reati di sequestro di persona e rapina;
– in data 31 luglio 2019, i Carabinieri di L’Aquila, arrestavano due persone in esecuzione di un’Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere, per concorso in furto aggravato “di denaro in contante da casseforti di ATM e da colonnine self-service.
– in data 5 dicembre 2019, a L’Aquila, veniva arrestato un soggetto pregiudicato, per il reato di tentata rapina in abitazione.
– in data 25 febbraio 2019, i Carabinieri di Avezzano eseguivano un provvedimento cautelare in carcere nei confronti di 10 persone, ritenute responsabili del reato di concorso in spaccio di sostanze stupefacenti;
in data 21 marzo 2019, i Carabinieri di Tagliacozzo notificavano un’avviso di conclusione delle indagini preliminari nei confronti di 36 indagati (italiani e macedoni dimoranti a Carsoli), ritenuti responsabili di associazione finalizzata al traffico illecito di stupefacenti.
– in data 3 aprile 2019, i Carabinieri di Avezzano arrestavano 3 persone, a seguito di provvedimento dell’A.G., per i reati di concorso in spaccio di sostanze stupefacenti.
– in data 6 giugno 2019, in L’Aquila i Carabinieri arrestavano tre persone, su richiesta dell’A.G., perchè ritenuti responsabili del reato di concorso in spaccio di sostanze stupefacenti del tipo cocaina.
in data 12 agosto 2019, in Avezzano, i Carabinieri arrestavano tre Cittadini stranieri ritenuti responsabili di spaccio di sostanze stupefacenti.
dicembre 2019, i carabinieri di Rocca di Mezzo denunciavano in stato di libertà 4 persone ritenute responsabili di vari furti in abitazioni consumati in località “Altopiano delle Rocche”. Successivamente l’A.G. di Avezzano emetteva un provvedimento di Custodia Cautelare in Carcere.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Calcio, la domenica delle marsicane: ossigeno per l’Avezzano, stop Capistrello e Paterno

In Serie D tre punti d'oro per i biancoverdi. In Eccellenza rallenta il Capistrello, Paterno ko in ...
Redazione IMN

Gran Premio Abmol, grande successo di partecipanti

Oltre 200 concorrenti da tutto l’Abruzzo e da altre regioni d’Italia
Redazione IMN

VIDEO. Inchiesta appalti pubblici a Tagliacozzo: il 29 gennaio la prima udienza

Gioia Chiostri