INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS SLIDE TV

120 mila giocattoli cinesi sequestrati dalle Fiamme Gialle

La Guardia di Finanza di Pescara, nell’ambito delle attività di contrasto alla contraffazione e alla tutela e salvaguardia della sicurezza e della salute dei consumatori, ha sequestrato circa 120.000 giocattoli non rispondenti alla normativa in materia di sicurezza dei prodotti. In particolare i giocattoli erano sprovvisti delle indicazioni minime connesse alla sicurezza del prodotto ed alla loro composizione nonché alla tracciabilità finalizzata ad appurare la provenienza della merce.

L’attività commerciale presso cui è stata eseguita l’attività di servizio è gestita da un cittadino di origine cinese e si trova nella zona centrale di Pescara. Gli articoli sequestrati (nella maggior parte giocattoli gommosi e plastiche modellabili, macchinine, aeroplanini e giochi componibili) erano, per lo più, destinati a bambini con fascia di età fra 3 e 6 anni. I finanzieri hanno individuato il negozio a seguito di attività info-investigative, finalizzate a monitorare il commercio di prodotti non sicuri per i consumatori, ed hanno effettuato un controllo mirato riuscendo a rinvenire e sottoporre a sequestro tale merce che, alla vendita, avrebbe reso oltre 200.000 euro.

Il legale rappresentante della società è stato segnalato alla Camera di Commercio di Pescara per le violazioni amministrative constatate, con sanzioni previste fino a 25.000 euro. L’attività di contrasto posta in essere dalle Fiamme Gialle di Pescara nel settore della sicurezza dei prodotti, in parallelo con quello del contrasto alla contraffazione di marchi, conferma la massima attenzione del Corpo verso i fenomeni che arrecano danni all’economia legale.

Fonte: Asipress

Foto di: Notizie di Prato

Altre notizie che potrebbero interessarti

Segreto di stato su cibi stranieri eliminato: finalmente riconoscibili le aziende importatrici di prodotti esteri

Redazione IMN

VIDEO. ‘Mamma Sogni d’Oro’: il riassunto di un anno di corse e di fermate

Redazione IMN

Ferita di Rigopiano: nuovo sequestro di documenti in Regione Abruzzo

Redazione IMN